venerdì 30 dicembre 2011

La fotografia di Roland Fischer

"L'elemento più importante dell'arte è la forma. La forma è il linguaggio dell'arte. La forma attiva rappresenta il processo del pensiero visuale, che è diverso dal pensiero discorsivo"..."Non siamo del tutto fatti di materia, né di idee. Per mezzo delle immagini possiamo raggiungere entità opposte, captare relazioni complesse e comprendere tanto l'interno quanto l'estreno nella sua totalità".
Le monumentali fotografie di Roland Fischer riprendono vari generi classici come la fotografia di architettura e la ritrattistica, concentrandosi su questioni formali e concettuali. Il fotografo tedesco, nato a Munich nel 1958, investiga tramite i suoi lavori i lati oscuri dell'apparenza.
Uno degli aspetti peculiari dello stile fotografico di Fischer risiede nell'insistente ambiguità delle sue immmagini. Le sue fotografie nascondono sempre qualcosa di misterioso, che nasce dalla dialettica tra la potenza seduttrice delle tematiche affrontate e l'incantevole rigore formale della loro realizzazione
Tanto quando fotografa persone spogliandole di tutti gli artifici, come negli imperscrutabili ritratti di monaci ("Nuns and Monks") o nei ritratti sospesi del tempo delle donne immerse in piscina ("Los Angeles Portraits" e "Pool Portraits"), tanto quanto nelle elaborazioni digitali dei dettagli architettonici degli edifici ("Facades"), Fischer riesce a riconfigurare e soppiantare la realtà secondo le proprie regole.
Soprattutto nei lavori legati all'architettura, il fotografo tedesco arriva ad annullare il carattere referenziale e descrittivo delle cose, trasmettendo la permanente sensazione che i moduli astratti ricreati rappresentino principi di una comune serialità frammentaria e illimitata, cruda metafora della perdita dell'identità delle città di fronte alla seducente metamorfosi del capitalismo.
Roland Fischer non solo estrae gli edifici dal contesto urbano che li circonda, ma li priva della connotazione spazio-temporale unendo reale e virtuale in un unica soluzione. 
Affascinato dal dilemma del visibile, Fischer crea allusioni alla pittura astratta e alle sperimentazioni tecnologiche, rappresentando un mondo certamente seducente, uno spazio concettuale dove gli opposti convivono in perfetta armonia e costante confronto, una costruzione mentale riflesso delle nostre emozioni.

Leggi tutto...

giovedì 29 dicembre 2011

Steadepop: stabilizzatore fotografico tascabile

Quante volte ci è capitato di non avere a portata di mano il monopiede o il treppiede quando sarebbe servito? Lo Steadepod è uno stabilizzatore fotografico tascabile. Un comodo oggetto che in determinate situazioni ci consente di aumentare la stabilità della nostra camera fotografica senza creare né ingombro né peso.
 Lo Steadpod si collega all’attacco per piastra cavalletto da 1/4 della macchina fotografica. Una volta collegato alla fotocamera è sufficiente allungare il cavo e fissarlo in maniera stabile (basterà anche fermarlo sotto il piede). 
Grazie alla tensione del cavo, la fotocamera risulterà più stabile permettendo riprese senza effetto mosso anche in condizioni di poca luce, tempi di posa lunghi e durante l’uso dei teleobiettivi. Inoltre, la praticità e la compattezza di Steadpod ci permetterà di scattare foto anche in quei luoghi dove il cavalletto viene vietato (ad es. alcuni musei e gallerie d’arte). Lo Steadpod è in vendita al costo di 20 euro circa (potete trovarlo anche su Ebay). Qualora volessimo provare a costruirne uno possiamo seguire le istruzioni di questo video. Tuttavia, in Italia non è facilissimo trovare un bullone con la filettatura adeguata, ovvero di tipo Whitworth 1/4″ (viti da 1/4 con 20 filetti per pollice).

Leggi tutto...

martedì 27 dicembre 2011

I 10 migliori ritratti di "Time" nel 2011

Con il termine di ritratto fotografico si intende comunemente qualsiasi forma di rappresentazione della figura umana. Fino all’invenzione della fotografia, erano solamente ricchi e nobili a potersi permettere l'esecuzione di un ritratto.
Trovare l'essenza in una sola immagine è la sfida di ogni fotografo ritrattista. Al di là delle difficoltà tecniche, legate alla scelta delle attrezzature e delle modalità di illuminazione e di esecuzione, la grande difficoltà e insieme il grande fascino della ritrattistica risiede nel tentativo di cogliere non solo le fattezze e le espressioni di una persona, quanto la rappresentazione della sua personalità.
In questi giorni la nota rivista Time ha proposto una selezione dei ritratti apparsi nei numeri del 2011. Nello specifico Time ha selezionato dieci ritratti che passano da Aung San Suu Kyi all'attrice Tilda Swinton, dall'attivista Cindy Sheehan a Dick Cheney, da Bono Vox degli U2 a Henry Kissinger
Un'interessante vetrina di differenti stili e modalità di congelare l'altro in un attimo. Per vedere l'intera selezione clicca qui: i 10 migliori ritratti di Time 2011

Leggi tutto...

sabato 24 dicembre 2011

Anna Voytenko: fotografa ucraina

Anna Voytenko è una giovane fotografa ucraina. Nata nel 1979 a Kiev, Anna si interessa di arte e fotografia sin da bambina. 
Dopo aver studiato presso l'Università Tecnica Nazionale, nel 2008 ha vinto il primo premio al certamen "Reinoks" di Mosca e pubblicato un libro intitolato "Iza"
Anna ha partecipato a numerose esposizioni in patria, in Russia e in altri paesi dell'ex Unione Sovietica. Le sue fotografie sono state pubblicate in vari e importanti giornali e riviste quali Day, Today, Domus, Digital Cámara e Digital Foto. 
Con un accento documentaristico e giornalistico, Anna Voytenko mostra la dura realtà che circoscrive il suo mondo. Dalle strade della sua città natale, alle fabbriche e il lavoro nei campi, la fotografa ucraina entra nella vita quotidiana, lasciando attraverso i suoi scatti un segno profondo dell'atmosfera che riflettono.
Le sue foto in bianco e nero dai forti contrasti e dai neri profondi, ricreano scene che attribuiscono di valori la realtà. 
I luoghi di pace e quiete appaiono volubili e minacciosi e avvolti da uno straordinario mistero. Composizioni spontanee ed attente che riscrivono le atmosfere e riescono a cogliere sfumature dense di carica emotiva dalla semplicità della vita di tutti i giorni.

Leggi tutto...

venerdì 23 dicembre 2011

Creare HDR con Photoshop

L’HDR (High Dynamic Range) è una tecnica utilizzata in fotografia per consentire che i calcoli di illuminazione possano essere fatti in uno spazio più ampio (un high range appunto) con un elevato contrasto di illuminazione.
Con l'HDR possiamo superare i limiti di gamma dinamica della nostra reflex e riuscire ad avere una perfetta leggibilità sia nelle ombre che nelle alte luci. Per attuare questa tecnica non è necessario avere una costosa macchina fotografica, basta anche una comune machina compatta, purchè abbia la possibilità di regolare l’esposizione.Per scattare le immagini è consigliato usare un cavalletto, o una base solida, dato che è necessario che tutte le foto sono state fate dal identico punto di vista. Di solito bastano 3 o meglio ancora 5 immagini con l’esposizione che va da -2 a +2 (cioè -2, -1, 0, +1, +2), molte macchine fotografiche danno la possibilità di creare una “serie” automatica di immagini con esposizioni diverse (Bracketing/BKT oppure Auto Exposure Bracketing/ AEB). In questo video tutorial vediamo illustrato in maniera semplice il procedimento HDR tramite Photoshop.


-->
Leggi tutto...

giovedì 22 dicembre 2011

Macrofotografia: trucchi e consigli

La macrofotografia è una tecnica fotografica che permette di ottenere tramite forti rapporti di ingrandimento immagini di soggetti molto piccoli In alcuni precedenti post avevamo affrontato l'argomento ora da un punto di vista generale (Macrofotografia), ora andando a vedere da vicino le problematiche e i vantaggi dei tubi di prolunga (Tubi di prolunga per Macrofotografia).
In questo video tutorial scopriremo alcuni trucchi e consigli che ci permetteranno di migliorare le nostre foto Macro.




Leggi tutto...

martedì 20 dicembre 2011

Le foto fashion di Gilles Marie Zimmermann

"La  fotografia possiede un potere incredibile: il potere di spostare un individuo, il potere di comunicare, il potere di unire. Se un'immagine vale più di mille parole, una grande fotografia merita molto, molto di più ".
Inizia per caso l'avventura fotografica del parigino Gilles Marie Zimmermann. Una storia divisa tra le due passioni per la musica e la fotografia. Dopo aver studiato con dedizione come flautista classico, Gilles Marie inizia a lavorare come assistente per uno dei più importanti  studi fotografici di Parigi, lo studio Harcourt
Creato nel 1934, da una collaborazione tra Cosette Harcourt, Robert Ricci e i Fratelli Lacroix, lo Studio Harcourt  ha dato volto ai ritratti delle grandi star francesi e internazionali. Il talento naturale di Gilles-Marie viene immediatamente notato e il giovane francese diventa fotografo a tempo pieno all'età di venti anni. 
Attraverso il suo duro lavoro e la costante determinazione, Gilles-Marie inizia a lavorare anche come freelance per l'agenzia Sygma ed in poco tempo diventa uno dei fotografi più ambiti nel campo fashion della moda
La fotografia di Zimmermann riesce a  mostrare una particolare verità delle persone. Esistono fotografie che hanno la necessità di creare un forte impatto per rendersi visibili e che nella maggior parte dei casi perdono la loro forza dopo la curiosità iniziale, lo stile di Zimmermann, invece, si caratterizza per la ricerca di immagini che durano nel tempo.
Legato per ispirazione alla fotografia classica di moda, il fotografo francese ha ritratto le più grandi bellezze femminili degli ultimi anni, scoprendone il carisma e il fascino come se volesse impadronirsi del mistero che lo cela. Il suo stile unico di discreto glamour casuale viene oggi definito "Zimmermann Touch"
Vi consiglio di dare uno sguardo al sito dell'artista e vi propongo i link di una sua interessante intervista (con sottotitoli in italiano), nel programma "The Photograh" di Virgin Radio (parte 1parte 2).

Leggi tutto...

lunedì 19 dicembre 2011

La percezione visiva - Corso di Fotografia

"Vedere" è di per se un atto creativo; il giudizio visivo non è contributo dell'intelletto successivo alla percezione ma un ingrediente essenziale dell'atto stesso del vedere.
Quanti, tuttavia, sanno prendere coscienza del giudizio visivo, tradurlo e formularlo? Sapere quali sono i principi psicologici che lo motivano e quali sono le componenti del processo visivo che partecipano alla creazione, come alla contemplazione dell'opera, significa sapere "che cosa", in realtà, vediamo. Ho deciso di affrontare una serie di articoli sulle problematiche della percezione visiva e sulle implicazioni di esse sulla fotografia.
La vista è il nostro principale sistema sensoriale. Gli organi recettori della vista sono gli occhi: possono distinguere moltissimi colori, possono adattarsi velocemente alle variazioni di luce e possono mettere a fuoco un'immagine automaticamente. L'apertura da dove entra la luce si chiama pupilla. Le sue dimensioni vengono regolate dall'iride, che quindi controlla la quantità di luce che entra nell'occhio. Il cristallino regola la messa a fuoco dell'immagine che viene proiettata sulla retina. Ogni retina è composta da 6 milioni di coni che distinguono i colori e 120 milioni di bastoncelli che rivelano le forme chiare e scure, così come i movimenti.
L'immagine che viene proiettata sulla retina appare capovolta rispetto a quella che sta davanti ai nostri occhi. Questa immagine viene convertita dalla retina in impulsi sensoriali, che vengono inviati al cervello tramite il nervo ottico. Anche se gli occhi sono uguali, ognuno di noi ne ha uno che il cervello privilegia nel processare le informazioni. Quest'occhio viene comunemente chiamato occhio dominante. Per scoprire quale dei due sia, basta eseguire un semplice esperimento: allunghiamo un braccio e fissiamo un dito mentre alternativamente chiudiamo l'uno e l'altro occhio. Il nosto dito sembrerà muoversi di più quando chiuderemo un occhio in particolare. Quello sarà il nostro occhio dominante.
La percezione è il passo successivo all'acquisizione: dopo che gli occhi hanno convertito gli stimoli luminosi in informazioni neurali, il nostro cervello deve codificare queste informazioni per ricostruire internamente l'immagine che gli occhi hanno acquisito, e interpretarla al fine di estrarne rappresentazioni utili del mondo che ci circonda. Infatti noi non vediamo "gradazioni di luce" o un insieme di linee curve e rette, ma vediamo facce, persone e oggetti. L'interpretazione del mondo quindi è una traslazione, una trasposizione sotto un'altra forma della realtà: il cervello aggiunge, sottrae, riorganizza e codifica le informazioni sensoriali che gli arrivano per fornire un'interpretazione del mondo esterno.

Leggi tutto...

domenica 18 dicembre 2011

Bodyscapes: il corpo come paesaggio di Allan Teger

"Nel corso degli anni ho scoperto che l'arte può essere divertente e seria allo stesso tempo. Ho sempre creduto che un artista debba comunicare qualcosa allo spettatore e coinvolgerlo nel proprio lavoro per completare la sua esperienza".
Curve femminili per ricreare le onde del mare, un campo da golf, un resort dove prendere il sole e tuffarsi in piscina. Allan I. Teger utilizza il corpo umano come fosse un paesaggio. Nonostante la storia della fotografia sia piena di sperimentazioni sul corpo, il progetto di Teger esplora la realtà da una prospettiva affascinante ed unica
L'idea alla base di "Bodyscapes" prende vita quando Allan Teger lavorava come insegnante e consulente accademico di psicologia presso l'Università della Pennsylvania e come volontario in una clinica per la lotta alla droga. Teger si era reso conto di come la psicologia accademica tradizionale non fosse in grado di affrontare le tematiche del viaggio interiore e del modo in cui vediamo il mondo. 
Avvicinatosi a terapie che utilizzavano la meditazione, Teger concentrò i suoi studi al fine di comprendere come la realtà potesse cambiare significato in rapporto alla fonte della percezione, e come al contrario la percezione potesse essere ingannata da realtà che sembrano vere ma non lo sono.
Tornato al vecchio amore della fotografia, coltivato da ragazzo, Teger ha dato vita a micromondi ludici e ironici che giocano e riflettono sulle nostre capacità di scoprire e vedere le cose. 
Un corpo come montagna è un esempio di due realtà coesistenti. Il corpo può essere visto allo stesso tempo come paesaggio o corpo. Pur essendo diverse, le due percezioni appaiono corrette allo stesso tempo. Teger utilizza le parti del corpo per formare elementi naturali della scena, fondali perfetti dove delle piccole miniature e piccoli giocattoli hanno trovato il loro habitat. 
Scattati con una medio formato Mamiya RB67, i "Bodyscapes" si servono di un bianco e nero contrastato per rendere ancora più credibile e veritiero l'universo parallelo. Senza l'uso di doppie esposizioni e del fotoritocco, Teger ha dimostrato come un'idea apparentemente semplice possa racchiudere impliczioni profonde e affascinanti e di come alcune foto possano farci volare con la fantasia. Vi consiglio di dare uno sguardo al sito dell'artista e  all'interessante video in basso, dove il fotografo americano ci illustra il suo lavoro.



Leggi tutto...

Tutorial per Photoshop e Lightroom: tecniche avanzate di fotoritocco

In questa sezione abbiamo una raccolta dei migliori Tutorial di Photoshop, di Adobe Lightroom e di Camera Raw. Un utile riferimento per imparare ad usare questi software di fotoritocco dalle tecniche base fino ad arrivare alle tecniche di fotoritocco avanzato.

TUTORIAL PHOTOSHOP 

Adobe Photoshop è il  software della  Adobe Systems Incorporated specializzato nell'elaborazione di fotografie. Questo programma è in grado di effettuare ritocchi di qualità professionale alle immagini, offrendo enormi possibilità creative grazie ai numerosi filtri  e strumenti.



Guida  Completa di 50 video tutorial Photoshop
Una guida con 50 Video Tutural di Photoshopper risolvere i dubbi che gli utenti spesso si pongono e spiegare in profondità che cosa dobbiamo fare per ottenere il massimo da Photoshop.







Riduzione del rumore
Un semplice video tutorial che spiega come ridurre il rumore delle nostre foto tramite Photoshop.

Come creare Gif animate
Un semplice video tutorial che spiega come creare Gif animate con photoshop

Metodo Nitidezza Bruce Fraser
Come migliorare la nitidezza delle nostre foto tramite un metodo ideato dall'esperto Bruce Fraser.

Look Glamour con Photoshop
In questo video tutorial viene spiegato come usare bagliore, filtri fotografici e livelli colorati per dare alle nostre foto un look glamour.
Metodi di Fusione: Colore
In questo video tutorial viene illustrata una possibile ed utile applicazione del metodo "Colore".
Effetti Instagram con Photoshop
Possiamo ricreare con Photoshop gli stessi effetti , gestendo con maggiore indipendenza la personalizzazione.
Ritoccare gli occhi con Photoshop
In questo semplice video tutorial vengono illustrate alcune modalità per ritoccare, con Photoshop, gli occhi.

Effetto Droste
Due tutorial che ci mostrano come ricreare l'effetto Droste con programmi di ritocco come Photoshop e After Effects.
Levigare pelle 
In questo video tutorial ci concentreremo su varie opzioni offerte da Photoshop per levigare la pelle e ammorbidirla in modo professionale.
Effetto High Key
In questo video tutorial vediamo come ricreare un effetto high key con Photoshop.





Effetti foto particolari
Gestire i colori con il Color Lab, creare effetti di saturazione e desaturazione, simulare foto invecchiate, realizzare una foto panoramica e trasformare una foto in un dipinto.
In questo tutorial, vedremo come ottenere l'effetto di cross processing con Adobe Photoshop.




Le azioni di Photoshop
In Photoshop, un'azione è una successione di operazioni che è possibile memorizzare in un file, in una serie di file, nel menù comandi al fine di essere automaticamente riprodotta.

Blur Tool
Blur tool" permette realizzare, senza l’utilizzo di livelli e maschere e in maniera molto semplice, un ottimo sfocato nelle fotografie

Oggetti avanzati
Gli oggetti avanzati conservano tutte le caratteristiche originali del contenuto sorgente di un’immagine, permettendovi di apportare modifiche non distruttive al livello.

Calibrare tonalità della pelle
La tecnca si basa sulla campionatura di punti specifici, in maniera tale da individuare i valori delle componenti cromatiche.

Creare un HDR (High Dynamic Range)
Con l'HDR possiamo superare i limiti di gamma dinamica della nostra fotocamera e riuscire ad avere una perfetta leggibilità sia nelle ombre che nelle alte luci.

Filtro Fuoco Prospettico
Il fuoco prospettico ha diverse funzioni, in questo video-tutorial vedremo come utilizzarlo in associazione allo strumento timbro per clonare una parte dell'immagine e riprodurla in un'altra area rispettando perfettamente la prospettiva.
Content Aware Scale 
Content aware scale (scala in base al contenuto) permette di tirare da uno o più lati le immagini per raggiungere la dimensione corretta preservando le aree importanti.



Selezione soggetti con canale alpha con Photoshop
La selezione di soggetti complessi è uno degli incubi ricorrenti per coloro che si occupano dell’elaborazione di immagine digitali. Il canale alpha è una tecnica semplice ed efficace.
Effetto Orton 
L’effetto Orton è una tecnica fotografica che infonde profondità alla fotografia. Se con la fotografia analogica tale tecnica richiedeva un processo laborioso ed eseguibile solo su fotografie scattate con il cavalletto, con le moderne attrezzature digitali possiamo simulare la stessa tecnica usando software di fotoritocco.

Come creare in modo semplice e rapido fototessere
Avete bisogno di creare rapidamente fototessere per la carta d’identità, passaporto, patente o qualsiasi altro documento che richieda una foto di riconoscimento? Questo post vi spiegherà come creare in maniera rapida ed economica fototessere.
 



Lisciare la  superficie della pelle
Impareremo ad usare le funzioni Filtro/Disturbo/Polvere grana e il pennello storia per levigare in maniera professionale la pelle dei nostri ritratti.

Bagliore diffuso: pelle luminosa e pulita con Photoshop
I ritratti possono mettere in evidenza piccoli difetti della pelle. Per creare una pelle luminosa e pulita possiamo utilizzare la funzione bagliore diffuso di Photoshop.
Risolvere l'effetto linee cadenti con Photoshop
Quando incliniamo verso l'alto la fotocamera per riprendere palazzi e architetture è inevitabile lo sgradevole effetto delle linee cadenti.
Riflesso in acqua 
In questo video tutorial viene illustrato come creare un riflesso speculare nell'acqua usando Adobe Photoshop.
Effetto Out of Bound
Out of Bound è un termine inglese che serve per indicare quelle particolari foto in cui sembra che il soggetto esca fuori dai bordi dell'immagine.
 Chroma Key: scontorno soggetto con Photoshop
Il video tutorial mostra come scontornare facilmente il soggetto tramite il comando intervallo colori e apporvi un nuovo sfondo.
Come utilizzare i filtri fotografici di Photoshop
I filtri di post produzione seguono di pari passo la filosofia dei vecchi: alterare l’immagine originale applicando effetti. Tuttavia le potenzialità del digitale sono esponenziali rispetto ai vecchi filtri ottici.
 Tecniche di selezione e scontorno di Photoshop
Adesso è possibile avventurarsi su soggetti molto complessi con buoni risultati. In questi video tutorial andremo a vedere, passo a passo, come utilizzare i singoli strumenti e come apportare alcune tecniche professionali di selezione.
Metodologie di conversione in bianco e nero con Photoshop
Vedremo le metodologie di ritocco che ci aiuteranno a rendere il nostro bianco e nero intenso e particolare.
Tutorial Photoshop: Filtro Fluidifica
Il filtro Fluidifica consente di applicare deformazioni, pressioni, trazioni, rotazioni, riflessioni, flessioni e gonfiamenti a qualsiasi area di un’immagine.
Come simulare la profondità di campo con Photoshop
Il video tutorial spiega una tecnica che si avvale dei canali per simulare la profondità della messa a fuoco.




TUTORIAL LIGHTROOM


Adobe Photoshop Lightroom è un programma dedicato ai fotografi digitali e serve a gestire in maniera comoda e funzionale il flusso di lavoro tipico di un fotografo.

Lightroom: importare foto e primi strumenti
Per tutte le persone interessate ad approfondire l'uso di questo software consiglio la visione di questi due video tutorial su come importare le foto nel catalogo e sui primi strumenti del programma.
 

Lightroom: bilanciamento del bianco
Correggere il bilaciamento del bianco e l’esposizione con Adobe Photoshop Lightroom è un gioco da ragazzi. In questo breve video tutorial  viene illustrata la semplicità del procedimento.


In questo tutorial vedremo come usare i comandi di chiarezza, vividezza, curva di viraggio e correzzione lente.




La riduzione del rumore è un metodo con cui il software elimina l’eccessivo rumore digitale da un’immagine.
 

Lightroom: bianco e nero di qualità
Illustriamo le modalità di trasformazione in bianco e nero con Adobe Lightroom.
Lightroom: esportare le immagini e firma copyright
In questo tutorial viene spiegato come esportare l'immagine da Adobe Photoshop Lightroom nel formato più idoneo al nostro utilizzo e come applicare una firma di copyright.
 
Lightroom: moduli presentazione e web
In questo interessante video tutorial vengono spiegati i panneli e gli strumenti dei moduli presentazione e web.





GUIDA CAMERA RAW

L’essenza del formato Raw sta, appunto, nella possibilità di impedire alla fotocamera di applicare alcun algoritmo di interpretazione, lasciando il file grezzo. Con l’aiuto di appositi software di gestione di file Raw avremmo,in seguito la possibilità di applicare, ai dati grezzi registrati nel file, un’infinità di regolazioni con il vantaggio di non perdere le informazioni e la qualità del file stesso. Il software più usato per questa sorta di sviluppo del negativo è Camera Raw.


Il comando controllo esposizione ci permette di regolare la luminosità generale della foto.Il comando Recupero ci consente recuperare le alte luci bruciate senza alterare il resto dell’istogramma. 


Neri, Luminosità, Luci di shiarita e Contrasto
Il comando neri, fino alla versione CS2 chiamato Ombra, regola l’ubicazione del punto nero. Il comando luce di schiarita funziona in modo simile al tasto Ombre/luci di Photoshop...
La sezione bilanciamento del bianco è unica e non trova un corrispettivo in Photoshop. Ci da la possibilità di variare la temperatura del colore della immagine e le sfumature.
 
Chiarezza aggiunge un contrasto solo sui mezzi toni. Il cursore Saturazione consente di saturare tutti i colori dell’immagine in modo lineare.

Pannello Dettagli, Nitidezza e Riduzione del rumore
Il pannello Dettagli ci permette di controllare la nitidezza di una foto e la riduzione di elementi di disturbo.

-->
Leggi tutto...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | coupon codes